I dati in linea rivelano una nuova tendenza tra gli investitori Bitcoin (BTC) quando ha superato i 16.000 dollari

Bitcoin (BTC) è attualmente scambiato a $15.829

La prima e più grande crittovaluta per capitalizzazione di mercato, la Bitcoin (BTC) ha continuato a vedere negli ultimi sei mesi un rally simile a una scalinata, che le ha permesso di evolvere in una prolungata tendenza al rialzo.

Il 13 novembre, il Bitcoin ha fissato nuovi massimi annuali di 16.491 dollari, ma ha dovuto affrontare il rifiuto a questo livello di prezzo. I dati indicano che c’era una pila di ordini di vendita superiore a 16.500 dollari che non si è ridotta quando il prezzo della BTC ha raggiunto i 16.400 dollari. Questo sembra suggerire che gli ordini di vendita a questo livello non siano ordini falsificati, indicando che i venditori stanno realmente tentando di trarre profitto da BTC a circa $16.500.

Nel 2017, Bitcoin ha avuto un rally storico dei prezzi, stabilendo un record storico di 20.089 dollari. Diversi analisti pensano che l’attuale struttura del mercato di Bitcoin sia diversa dal ciclo precedente, citando che quando BTC ha raggiunto i 16.000 dollari nel 2017, il mercato era estremamente surriscaldato con estrema volatilità, ma questa volta intorno al rally sembra avere un volume alle spalle.

BTC/USD Daily Chart

Tuttavia, i dati sulla catena hanno indicato una nuova tendenza tra i grandi investitori Bitcoin (BTC) quando ha superato i 16.000 dollari. Il Bitcoin (BTC) è attualmente scambiato a 15.829 dollari.

I dati On-Chain rivelano un nuovo trend tra gli investitori Bitcoin (BTC) quando ha superato i $16.000

Un gruppo di analisti di Whalemap ha descritto il recente aumento della domanda di Bitcoin da parte delle balene come „FOMO istituzionale“. FOMO, l’acronimo di „fear of missing out“ (paura di perdersi), si riferisce a una tendenza in cui gli investitori acquistano sempre più in un asset temendo che questo aumenti continuamente.

I cluster di balene appaiono quando gli indirizzi delle balene che si riferiscono ai detentori di oltre 10.000 BTC acquistano Bitcoin e non lo spostano per periodi prolungati. Questo può suggerire che questi detentori di grandi volumi pianificano di tenere i loro più recenti acquisti di BTC nei loro portafogli. Gli analisti della Whalemap hanno dichiarato:

„Le bolle indicano i prezzi a cui le balene hanno acquistato BTC che attualmente detengono“.

I gruppi di balene bitcoin per tutto il 2020.

Tuttavia, quando Bitcoin ha superato i 16.000 dollari, è emersa una nuova tendenza tra le balene, quando vari dati sulla catena hanno iniziato a puntare ad una vendita di BTC indotta dalle balene. Molte ragioni rendono 16.000 dollari un’area accattivante per i venditori, in primo luogo, 16.000 dollari sono un livello di resistenza pesante, Bitcoin ha subito il rifiuto a questo livello su almeno due punti nel 2017. In secondo luogo, c’è una significativa liquidità a 16.000 dollari a causa della resistenza. Gli afflussi di Stablecoin indicano anche che i 16.000 dollari hanno visto una domanda relativamente alta da parte dei compratori, quindi la lotta tra tori e orsi a 16.000 dollari ne fa un’area con un’elevata liquidità, il che è avvincente per i venditori.

Un trader pseudonimo, CL, ha notato che il 15 novembre una balena Bitcoin (BTC) ha piazzato uno short di 100 milioni di dollari su Bybit. Inoltre, ci sono sempre più segnali di un aumento dei profitti delle balene, poiché i flussi di ordini mostrano che ci sono stati ordini di vendita per un valore medio di circa 3,5 milioni di dollari in media consecutivi per diverse ore.

Le prese di profitto delle balene sono viste anche come scambi come i Gemelli con sede negli Stati Uniti hanno visto grandi depositi nelle ultime 24 ore. CryptoQuant mette l’afflusso nella borsa dei Gemelli a 9.000 BTC notando che le borse come Coinbase e Gemini sono preferite dalle balene per la loro rigorosa conformità e le forti misure normative.

Sul massiccio afflusso di BTC in Gemini, che vale 143 milioni di dollari, un ricercatore pseudonimo „Barbanera“ ha detto che è il momento di essere prudenti.